Notizie

Prom Edil ricorda che effettua tramite tecnici competenti in acustica ambientale iscritti all’Elenco Nazionale dei Tecnici Competenti in Acustica:

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI CLIMA ACUSTICO

VALUTAZIONE PREVISIONALE DEL RISPETTO DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI DEGLI EDIFICI – D.P.C.M. 5/12/1997
Verrà elaborata una relazione di calcolo che attesti a livello previsionale (fase progettuale)  il rispetto dei Requisiti Acustici Passivi di tutte le unità immobiliari in progetto, ottenuta dall’analisi delle stratigrafie di progetto e della distribuzione degli ambienti, in modo da evitare ponti acustici e diffusione di rumore all’interno dell’edificio.

I principali requisiti acustici sono:

* (R’w) Potere fonoisolante apparente:

misura dell’isolamento acustico per via aerea mediante il calcolo dell’indice di valutazione del potere fonoisolante apparente delle partizioni verticali e orizzontali tra ambienti;

* (D2mnTw) Isolamento acustico di facciata:

misura dell’isolamento acustico contro il rumore proveniente dall’esterno per via aerea mediante il calcolo dell’indice di valutazione dell’isolamento acustico standardizzato di facciata normalizzato rispetto al tempo di riverberazione;

* (L’nw) Isolamento al calpestio:

misura dell’isolamento acustico al calpestio tra ambienti sovrapposti mediante il calcolo dell’indice del livello di rumore di calpestio di solai normalizzato.

Sono da includersi nella valutazione dei requisiti acustici passivi dell’edificio:
– partizioni orizzontali e verticali dell’edificio;
– servizi a funzionamento discontinuo: ascensori, scarichi idraulici, bagni, servizi igienici e rubinetteria ecc.;
– servizi a funzionamento continuo: impianto di riscaldamento, aerazione, condizionamento, ecc.

COLLAUDO IN OPERA DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI – D.P.C.M. 5/12/1997
Il recente D.G.R. 12 novembre 2018 – n. XI/784 della Regione Lombardia aggiunge, per l’asseverazione di agibilità dell’edifico/dell’immobile, che si alleghi una attestazione a firma di un tecnico competente in acustica sul rispetto in opera dei requisiti acustici passivi dell’edificio e dei loro componenti.

Di fatto si chiede il collaudo in opera, almeno a campione, dell’edificio; si noti che questo è estensibile anche alle opere di ristrutturazione laddove abbiano modificato le prestazioni dell’edificio (la Lombardia è stata molto chiara in merito nella L.R. 13/2001 all’articolo 7).

Il Collaudo Acustico, che comunque è già obbligatorio secondo il DPCM 5/12/97 è ora divenuto requisito fondamentale per poter ottenere l’agibilità in Lombardia.

Verranno dunque effettuate le rilevazioni in opera, a lavori conclusi, su tutti gli elementi costruttivi e gli impianti, che permettano di verificare gli indici imposti dal DPCM 5/12/97, attraverso l’uso di fonometri, dodecaedri, macchine normalizzate da calpestio ed altra strumentazione specializzata.

Al termine verrà fornita una relazione dettagliata con i risultati ottenuti.

 

INFO E CONTATTI

PROM-EDIL s.r.l. Via Briantea 6, Como

Tel.031305145

E-mail promedil@ancecomo.it

Sito Web www.prom-edil.it

Richiedi Informazioni
Loading...